THSR-D 250 AE

DEUMIDIFICATORE RECUPERATORE COMPATTO


Il deumidificatore THSR-D250AE è pensato per applicazioni interne a controsoffitto.

E’ dotato di due ventilatori EC a bassissimo assorbimento ed un sistema di commutazione tra rinnovo e ricircolo con serrande motorizzate consente di soddisfare tutte le esigenze di una abitazione massimizzando il risparmio energetico.

Il THSR-D250AE permette di ottenere efficienze in rinnovo superiori al 90%.

In fase di collaudo è possibile inoltre impostare la portata effettiva dell’aria trattata modificando i valori di fabbrica con l’ausilio della tastiera e dal display a bordo macchina ed ottimizzando le portate in funzione dei locali serviti.

Sono previste cinque modalità di funzionamento:

  • Deumidificazione
  • Ventilazione
  • Integrazione
  • Rinnovo
  • Stand-by
 

MODELLO THP-D250
Umidità condensata (26°-65%) l/giorno 26
Potenza assorbita W 230
Potenza frigorifera W 620
Potenza latente assorbita W 760
Alimentazione V/Ph/Hz 230/1/50
Potenza massima assorbita W 290
Portata acqua (15°C) l/h 240
Potenza assorbita refrigeratore W 1110
Perdita di carico kPa 5
Portata aria m3/h 150÷300
Prevalenza massima 400
Refrigerante (R134a) gr 110
Livello potenza sonora dB(A) 44
Livello pressione sonora dB(A) 36
Ingombri della macchina
Altezza mm 244
Larghezza mm 765
Profondità mm 1165

RESA IN FUNZIONE DELLA TEMPERATURA AMBIENTE, UMIDITA’ RELATIVA E TEMPERATURA DELL’ACQUA REFRIGERATA

THS-D450AE [PORTATA 450MC/H]
Temperatura ambiente: 26° C
Litri / Giorno Umidità relativa
55% 65%
T acqua 18 17,10 20,7
15 21,4 26,3
12 25,4 31,5
Temperatura ambiente: 24° C
Litri / Giorno Umidità relativa
55% 65%
T acqua 18 10,80 13,10
15 13,5 16,60
12 16,00 19,90

LOGICHE DI FUNZIONAMENTO

Dall’unione del recuperatore più il deumidificatore è possibile soddisfare sia le esigenze di deumidificazione prettamente estiva, sia la possibilità di integrare più o meno calore sensibile in funzione di quale modello di deumidificatore si vuole inserire il tutto abbinato alla possibilità di rinnovare se necessario l’aria dei vari locali.

RINNOVO SU CHIAMATA BAGNI

Quando il sensore di presenza persone nei bagni chiude il contatto viene data priorità all’estrazione dell’aria viziata da tali locali con conseguente immissione di aria esterna pulita in tutti gli ambienti. Per ridurre il fabbisogno energetico necessario a portare la temperatura dell’aria esterna alle condizioni volute si utilizza un recuperatore a flussi incrociati ad Alta Efficienza che, sfruttando l’energia dell’aria viziata, è in grado di pretrattare e ridurre la differenza termica dell’aria di rinnovo. Il ventilatore EC a basso consumo ed alta prevalenza provvede ad espellere l’aria viziata ed energeticamente esausta all’uscita del recuperatore di calore.

RICIRCOLO

Quando le condizioni dell’aria interna sono qualitativamente buone ma con un livello di umidità piuttosto elevato oppure le condizioni esterne sono molto peggiori di quelle interne è possibile trattare in ricircolo quest’aria in modo da rendere confortevoli i vari locali senza eccedere nella richiesta di energia. Seilproblemaèlegatoadunadiversadistribuzioneditemperaturadeivarilocali a causa di fonti occasionali di calore come l’irraggiamento solare è possibile attivare in sola ventilazione il gruppo riportando l’uniformità dei vari locali.

Se, soprattutto in inverno, nasce l’esigenza di integrare o semplicemente aumentare la velocità di riscaldamento dei vari locali è possibile attivare la ventilazione in modalità ricircolo facendo circolare acqua calda nella batteria di pre-trattamento ottenendo un’integrazione di calore sensibile.

Nel caso estivo l’integrazione è possibile anche in abbinamento alla deumidificazione.

RINNOVO + RICIRCOLO

Quando la qualità dell’aria scende sotto il livello di comfort viene attivata la funzione rinnovo dove assieme all’aria di ricircolo viene iniettata una quota di aria esterna pulita per ripristinare i livelli ottimali di qualità dell’aria. Anche in questo caso per ridurre il fabbisogno energetico necessario a portare la temperatura dell’aria esterna alle condizioni volute si utilizza un recuperatore a flussi incrociati ad Alta Efficienza che, sfruttando l’energia dell’aria viziata, è in grado di pretrattare e ridurre la differenza termica dell’aria di rinnovo. Il ventilatore EC a basso consumo ed alta prevalenza provvede ad espellere l’aria viziata ed energeticamente esausta all’uscita del recuperatore di calore.

FREECOOLING

Se la temperatura dell’aria esterna nella fase di rinnovo è migliorativa rispetto alle condizioni interne in funzione della stagione in cui ci si trova viene aperto un passaggio che consente all’aria di aggirare il recuperatore di calore ed arrivare direttamente nella zona di trattamento dell’aria riducendo i costi di ventilazione e fruttando le caratteristiche migliorative rilevate immettendo direttamente in ambiente.

In questo contesto l’estrazione attraverso il recuperatore non è più importante ed è facoltativa a meno di richieste specifiche come quelle che possono arrivare da un sensore presenza persone in bagno: spegnendo il ventilatore di estrazione ed immettendo aria di rinnovo si manda in leggera sovrapressione i locali favorendo la fuoriuscita di aria da vari punti come porte o cappe oltre che dal percorso solito attraverso il recuperatore.

Contattaci per un preventivo






© 2017 Thermics Energie